Probiotici

L’uso di probiotici è associato a vari effetti sulla salute. Si ritiene che una maggiore proporzione di bifidobacterium e lactobacilli denotino una composizione della flora batterica "più sana". In genere tali batteri non sono patogeni e svolgono funzioni di fermentazione dei carboidrati e di produzione di acidi.

I microrganismi probiotici dovrebbero non solo essere in grado di sopravvivere al passaggio attraverso il tratto gastrointestinale, ma anche avere la capacità di aderire alle cellule epiteliali, proliferare e svolgere la loro funzione nell’intestino. Ciò significa che devono essere resistenti ai succhi gastrici (ambienti acidi) ed essere in grado di proliferare in presenza di bile (stato alcalino), o essere consumati tramite un veicolo alimentare che consenta loro di sopravvivere al passaggio nello stomaco e all’esposizione alla bile.